Sabrina

Turchina alessia arti.jpg

Alessia Arti, Turchina

I toni della discussione di cui qui e qui sono degenerati in aspra polemichetta, sfociata adesso in lit-dissing (non crederete ai vostri occhi, cliccate qua). Game, set, match e ce la siamo cercata, noi siamo Verde pubblicazione-periodica-non-quotidiana-stampata-a-intervalli-regolari e ieri abbiamo raggiunto i 3000 mi piace su Facebook, al costo di un grosso sacrificio (ci dispiace, Stefano). Luca Marinelli e Francesco Quaranta intanto sono stati riassunti e voi avete un mese di tempo per farci toccare 4000, nel frattempo Silence is sexy ma pure Sabrinache è l’esordio sul nostro particolare-tipo-di-sito-web-in-cui-i-contenuti-vengono-visualizzati-in-forma-anti-cronologica di Michelangelo Franchini, su illustrazione di Alessia Arti. Franchini chi, però? Che ha fatto? Intanto si è diplomato al liceo classico Tasso e ha studiato Lettere Moderne all’Università La Sapienza. Poi ha fondato il collettivo Yawp – giornale di letterature e filosofie (dove scrive Sara Giudice) ed è autore dell’antologia poetica collettiva L’Urlo barbarico, edita da Mezzelane, a cura del Professor Muzzioli. Infine collabora con Flanerì, Altri Animali, Patria Letteratura, Carmilla. Suoi articoli sono apparsi su Pastrengo, Frammenti rivista, Il Varco. 
Il nome delle cose: sono le persone a deciderlo. Ciao, viva i blog, viva le riviste, viva le polemichette, ma soprattutto viva Verde e viva Crapula Club (e domani tutti a Bologna: viva sempre pure Simone).
Continua a leggere

Annunci