SEMIAUTOMATICA #19

Le ristampe digitali di Semiautomatica si sono concluse la settimana scorsa, quando abbiamo riletto l’ultima puntata pubblicata (nel numero 26 del nostro cartaceo). Oggi ci congediamo (per ora?) da Simone Lucciola con una chicca, l’inedita #19, scritta e pensata per Verde 28 (non cercatelo, non è mai uscito).
So long Sim, and thanks for all the rivoltellate!
Continua a leggere

Annunci

SEMIAUTOMATICA #18

Verde 26, luglio 2014 (In copertina: Officina Infernale, Lady Doom)

Verde 26, luglio 2014 (In copertina: Officina Infernale, Lady Doom)

Ultima puntata di Semiautomatica, la rubrica che Simone Lucciola ha ideato e curato su Verde da gennaio 2013 a luglio 2014. La #18 è apparsa per la prima volta nell’ultimo numero del nostro cartaceo: siamo dentro all’atelier dove Sim ha imparato a non perdersi. Rimandiamo saluti e ringraziamenti a martedì prossimo, quando leggeremo ancora una puntata, l’unica inedita, pensata per Verde 28, il numero che avremmo voluto fare uscire nell’ottobre 2014.
Continua a leggere

SEMIAUTOMATICA #17

Verde 25, giugno 2014 (Copertina e illustrazioni: Claudio Calia)

Verde 25, giugno 2014 (Copertina e illustrazioni: Claudio Calia)

La diciassettesima Semiautomatica, penultima delle pubblicate sul cartaceo di Verde, è la puntata stereo (forse la più lunga della rubrica) dedicata alla Gioventù Bruciata, il primo gruppo di Simone Lucciola. Se Verde 23 era il numero degli AKA, Verde 25 (giugno 2014) è il numero dove diciamo che dagli anni Novanta non si esce vivi: Giovanni Pianigiani rimpiange i cinema porno nei suoi Sms alla Diva, Pierluca D’Antuono tira fuori il solito apologo dalemian-ulivista, Alda Teodorani ci fa rileggere Non hai capito, il suo primo racconto pubblicato nel 1990, la misteriosa Lionhearted ambienta una storia nel 1997 all’interno della metropolitana di Tokio. Fuori dal canone S.H. Palmer (la Blitzrecenzion #27 cita De André) e Francesco Cortonesi con una fiaba nera intitolata La donna lunga. Fuoriclasse Claudio Calia: sue la copertina e le illustrazioni.
Continua a leggere

SEMIAUTOMATICA #16

Verde 23, aprile 2014, also known as il numero degli AKA. Gli autori sotto pseudonimo erano almeno quattro, da Gabriele Di Benedetto (copertina e illustrazioni) a S.H. Palmer, da Luca Carelli a Olindo Guerrini, gran sacerdote di nom de plume (Lorenzo Stecchetti, Argia Sbolenfi, Marco Balossardi, Giovanni Dareni, Pulinera, Bepi, Mercutio, Odino Linguerri, Angelo Viviani e chissà quanti altri ): culto assoluto il suo Canto dell’odio.
Ci avviciniamo alla conclusione delle ristampe digitali di Semiautomatica: siamo arrivati alla sedicesima puntata (su diciotto), dove Simone Lucciola ci racconta della sua fascinazione adolescenziale per i wrestler americani, Mad Dog Buzz Sawyer su tutti.
Continua a leggere

veREEDe #0: SEMIAUTOMATICA #11

veREEDe #0, una fanza per Lou Reed (Verde 18, novembre 2013)

veREEDe #0, una fanza per Lou Reed (Verde 18, novembre 2013)

Nel novembre 2013, all’indomani della sua morte, realizzamo in pochi giorni che Lou Reed era tra i pochi artisti, se non l’unico, a mettere tutti d’accordo in redazione. Ognuno di noi lo aveva amato intensamente nel corso degli anni, per ognuno aveva significato, o significava ancora, qualcosa di unico e di grande. Ognuno di noi aveva qualcosa da dire, o da ricordare, sugli album dei Velvet Underground, sui testi di Berlin e di New York, sulla relazione con Rachel o il rapporto con Lester Bangs, sul declino degli anni Ottanta e la rinascita dei Novanta, fino ai concerti a cui avevamo assistito o alla collaborazione a lungo fraintesa con i Metallica: un mucchio di contributi con cui avremmo potuto realizzare sei numeri o un ebook. Partendo dalla celebre copertina di Punk Magazine realizzata da John Holmstrom, decidemmo alla fine di uscircene con veREEDe #0, il numero unico di una fanzine per Lou Reed, con all’interno una poesia di Silvio Perego, due racconti di Pierluca D’Antuono e Alda Teodorani, la traduzione del racconto-testo The Gift, una Blitzrecenzion di S.H. Palmer, una playlist con le nostre 50 canzoni preferite e, naturalmente, una puntata di Semiautomatica scritta a caldo dal nostro Simone Lucciola. La rileggiamo oggi, 27 ottobre 2015, a due anni di distanza da quella domenica mattina.
Continua a leggere

SEMIAUTOMATICA #15

Verde 22, marzo 2014 (In copertina: Cavellini writing on nude male, Vile Magazine vol 3 n.2, estate 1977)

Verde 22, marzo 2014 (In copertina: Cavellini writing on nude male, Vile Magazine vol 3 n.2, estate 1977)

La Semiautomatica #15 è stata pubblicata nel numero 22 di Verde (marzo 2014), dedicato a Guglielmo Achille Cavellini, nel centenario della sua nascita. Copertina, illustrazioni e materiale per l’editoriale ci sono stati forniti da Vittore Baroni. I contributi sono di Alda Teodorani, Benedetta Torchia Sonqua, Paolo Gamerro, Andrea Frau, Giovanni Marchese, Simone Lucciola, S.H. Palmer, Luca Carelli.
Continua a leggere

SEMIAUTOMATICA #14

Dino Valls, Sigilla

Dino Valls, Sigilla (Oil and wood, 55×40 cm, 2011)

È la copertina più bella della storia di Verde. Non ci sarebbe altro da aggiungere, se non che Sigilla è opera del grande Dino Valls, che nel febbraio 2014 raggiungiamo grazie ad Alda Teodorani (ve la ricordate la copertina di Incubi?) Nell’editoriale del numero 21 (anche questa uscita è segnalata dalla comunità di Issuu per Content Warning!) così scrivevamo: “Già medico chirurgo, negli anni Novanta Valls ha abbandonato la professione per dedicarsi a tempo pieno alla pittura: da allora porta avanti una personalissima e proficua ricerca personale, frutto di un approfondito studio della tradizione dei maestri fiamminghi e italiani e della messa a punto di una particolare tecnica di tempera a uovo, che esalta con sapienza un universo denso di simboli oscuri e complessi, legati al mondo crudele e surreale della psiche e della medicina.”
La Semiautomatica #14 è probabilmente la puntata più breve dell’intera rubrica: in poche meno di 1400 battute Simone Lucciola mette in fila i fondi dei succhi di pompelmo Zuegg, Piero Ciampi, Pupi Avati, l’autodifesa di Georges Jacques Danton di fronte al Tribunale Rivoluzionario e un’aforisma finale che è davvero una rivoltellata.

Continua a leggere

SEMIAUTOMATICA #13

Verde 20, gennaio 2014

Verde 20, gennaio 2014 (In copertina: Ausonia, Gerascofobia – Paura di invecchiare)

La tredicesima Semiautomatica è stata pubblicata nel numero 20 di Verde (gennaio 2014), una delle nostre uscite che la comunità di Issuu segnala per contenuti illeciti e inappropriati. Colpa di Ausonia, che firma copertina e illustrazioni, dell’editoriale annoiatissimo o di un paio di contributi veramente brutti? (Per i completisti: gli altri numeri oscurati dagli Issuuers sono il 21 e il 22: Ausonia, Dino Valls e Guglielmo Achille Cavellini battono il cadavere di partigiana russa e il bimbo morto in copertina).
Un giorno Simone Lucciola ha scritto: era un anarchico, quindi non faceva un cazzo, dirà qualcuno al mio funerale, ma in questa puntata ci racconta invece che Ogni volta che devo lasciarmi qualcosa alle spalle mi trovo un nuovo lavoro del cazzo. Ne ho fatti e ne continuo a fare a decine…

Continua a leggere

SEMIAUTOMATICA #12

Verde 19, dicembre 2013 (in copertina: Rocco Lombardi, Una piccola bestia in una pozzanghera d’acqua)

Verde 19, dicembre 2013 (in copertina: Rocco Lombardi, Una piccola bestia in una pozzanghera d’acqua)

La settimana scorsa abbiamo lasciato Simone Lucciola alle prese con il fantasma (ma lui dice di no) di Benedetto Croce. Oggi rileggiamo la Semiautomatica #12, accantonando per il momento l’undicesima puntata, che recupereremo martedì 27 nella settimana dedicata a Lou Reed, a due anni dalla sua scomparsa, quando riproporremo per intero il numero 18 di Verde, anche noto ai nostri tre lettori come VeREEDe 0 – una fanza per Lou Reed.
In Semiautomatica #12 Simone ci racconta di quella volta che, il 4 ottobre 1994, i Ramones suonarono al Tendastrisce di Roma. Lui naturalmente era lì (ed era pure un martedì). La puntata è stata pubblicata nel numero 19 del nostro cartaceo (dicembre 2013), che ricordiamo per le illustrazioni di Rocco Lombardi e l’esordio di Vinicio Motta. C’erano anche Luca Piccolino, Alda Teodorani, S.H. Palmer, Francesco Cortonesi, Jesus Adentro e Luca Carelli.

Continua a leggere

SEMIAUTOMATICA #10

p.1 VERDE 17

Verde 17, ottobre 2013 (In copertina: Marco Teodorani, acrilico su tela)

Con la decima Semiautomatica attingiamo finalmente da quel gran numero che è il 17 del nostro cartaceo (ottobre 2013). Sei autori (su nove) per la prima volta sulle nostre pagine (era successo soltanto con il numero zero): si va dal maestro Gian Ruggero Manzoni (il Manzoni che preferiamo, cfr edit.), al Vate Pier Paolo Di Mino, passando per l’oscuro Joe Kossovo, il Neo-Noir Fabio Giovannini, il Collettivo Carrascosa Project fino a, il nome è una garanzia, Marco Teodorani, autore della copertina e delle illustrazioni interne.
In questa puntata Simone Lucciola ci racconta di quella volta che, in un sozzo fast-food di Corso Vittorio, ha conosciuto Benedetto Croce, cinque cani al seguito e per comanda, sempre la stessa, una lattina piccola di Coca Cola. Ne è quasi certo Simone, e noi siamo con lui: chi siete voi per dubitarne?
Continua a leggere