Il porcile

il Mangiafuoco

Alessia Arti, Il mangiafuoco

C’è una interessante discussione che stiamo seguendo su Facebook e non sappiamo dove collocarci: ci torna utile il sempre utile né né, ma forse almeno abbiamo capito il motivo per cui non abbiamo un direttore ma IL Commissario. Intanto ci citano (inchino riconoscente) e la nostra rivista preferita (che ha un nuovo bellissimo sito) uscirà presto con il numero 10 extra. Perché extra? The answer tra due settimane (broom broom broom).
Veniamo a noi, con il racconto del mercoledì/giovedì che segue al racconto del lunedì/lunedì che veniva dopo il racconto della domenica/venerdì [“Il prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata, costituente elemento identificativo del prodotto, è sottoposto, altresì, agli obblighi previsti dall’articolo 5 della medesima legge n. 47 del 1948.” (brooom brooom brooom)]. Vincenzo Zonno non aveva mai scritto per Verde, adesso invece sì, con Il porcile (titolo che cade a pennello a queste latitudini). Idem Alessia Arti e ce la teniamo stretta per un mese. Manca poco al ritorno di Vinicio Motta, segnate la data: venerdì o venerdì/sabato o venerdì/domenica o venerdì quanno ce pare, perché siamo anche un po’ blog.
In fede.
Continua a leggere