Bru-Ma

3

Federica Rodella

Francesco Quaranta va per i 29 e divide le sue settimane tra le lingue moderne e i karaoke. Ha pubblicato diversi racconti su Scrittori Precari, L’Inquieto, CTRL Magazine. Dal dicembre 2015 all’aprile 2018 ha fatto parte della redazione di Verde. Subito dopo, grazie a questo ottimo racconto (letto anche da Emanuela Cocco e segnalato da Italians Book it Better) è entrato in Crapula Club, a cui è adesso indissolubilmente legato tramite rapporti morbosi e minacce di sputtanamento. Scrive canzoni, canta in un gruppo, tifa Fiorentina come tutti e ha paura degli omini grigi dell’editoria indipendente.
Bru-ma è il racconto di addio a Verde, forte e onesto come Francesco non ne aveva mai scritti, ma sembra pure l’inizio di qualcosa di più lungo che forse verrà e leggeremo nei prossimi mesi (su Crapula? Ce lo auguriamo): “Avrà come la sensazione che chiudendo certe porte ci sia il rischio di ritrovarsi murati dentro la stanza, eppure che le porte vadano chiuse lo stesso per non farsi svuotare la casa dai ladri e portare via dall’inverno. […] E poco importa che Camilla muoia domani o che Bru-Ma la accompagni in una vita lunga e piena di successi, lei ricorderà sempre questa nudità sotto tutti gli abiti, sotto le arroganze, i compromessi, le violenze, le gentilezze.”
Il collage è di
Federica Rodella. Verde, lo sapete, è nata ormai sei anni fa con il sogno di costruire una casa senza finestre e con le porte girevoli. Quel sogno, siamo convinti, è adesso una solida realtà. Per questo Francesco, arrivederci, grazie e torna quando vuoi, ti aspettiamo!
Continua a leggere