GATTINI™#29: L’ORACOLO

gattinideadtamag0tchi

DeadTamag0tchi after Andy Wahrol, GATTINI

Oltre che per il terzo Sacco di Roma, le morti di Lyda Borelli e di Nannie Doss e la nascita di John Dillinger, un giorno ricorderemo il 2 giugno per L’oracolo, il sesto racconto su Verde via GATTINI di un controllatissimo e a tratti irriconoscibile Max Cabrerana (lacaniani in ascolto, lo stiamo castrando?).
Viva i venerdì (miao), viva la monarchia, viva Elvis El Rey, viva la regina DeadTamag0tchi (copertina).
Continua a leggere

I PAZIENTI DEL DOTTOR T.

sedia

Demonia, Sedia

Francesca Fiorletta, 1985, vive a Roma, è redattrice di Nazione Indiana, organizzatrice di eventi, ufficio stampa e social media manager per LiberAria Edizioni, CaLibro Festival, e freelance. Nel 2015 ha pubblicato “More Uxorio”, per Zona Contemporanea. Suoi testi sono presenti in “Repertorio dei matti della città di Roma”, volume collettivo a cura di Paolo Nori per Marcos y Marcos; “Costola” antologia di racconti illustrati a cura di Filippo Balestra per Casa Editrice Gigante, e su diversi blog e riviste culturali (L’Ulisse, Versodove, Alfabeta, ecc.). Con I pazienti del dottor T è (finalmente) per la prima volta su Verde.
L’illustrazione è di
Demonia.
Continua a leggere

UN NO

stesadef

Demonia, Stesa

Hanno tutti bisogno almeno di Un no, è la nostra linea editoriale (pensateci quando ci mandate i racconti, soprattutto se inviate lo stesso racconto anche ad altre riviste e il giorno prima della pubblicazione ci causate buchi di programmazione imbarazzanti e poi non vi lamentate se finite nella lista nera di Verde e prima o poi ci incontreremo di nuovo, su Twitter o in reading a Firenze) e un passaggio del bel racconto di Paolo Parente (ripassate), che leggiamo oggi con una illustrazione di Demonia.
Continua a leggere

IL BOATO

sete

Demonia, Sete

Qualche mese fa Anna Quatraro ci ha intervistati per il suo sito Facciunsalto. Tra le altre cose, rispondendo alla domanda più difficile (d’accordo, anche quella sullo stato della narrazione breve in Italia non era uno scherzo), dicevamo che ci piace molto Dino Buzzati e che per scrivere di Lou Reed Pierluca D’Antuono aveva riletto uno dei tanti gioielli della Boutique del mistero. Quale? Non si sa. Forse lo stesso che ha ispirato Fiorella Malchiodi Albedi per questa gemma preziosa chiamata Il boato? Unica certezza: le illustrazioni di Demonia.
Continua a leggere

VERDE@SALTO 2017

18221564_842954285910789_6086179214283278694_n

Sei editori dietro un bancone

Questa sera a Torino c’è una festa con sei editori, sei libri, due barman professionisti, un bancone, tante bottiglie e bicchieri, qualche shaker, cinque cocktail ispirati ai libri scelti e tante belle riviste. Ci saremo anche noi, dalle 22 al BarTu in Via Cagliari 28 (qui l’evento su Facebook).