Insanguinato e seminudo per Verde

A fine settembre Luca Marinelli ha passato tre giorni seduto da solo a leggere “La Distruzione” di Dante Virgili, nel chiostro del Museo Novecento. I nostri amici fiorentini, persuasi di avere di fronte Tommaso Madras, lo hanno trovato perduto e stordito, “per questo molto bene”. Un mese più tardi, a Roma, Marinelli ha trascorso la notte di Halloween da Orfeo, sulla Tuscolana, dove decorosamente ubriaco ha letto il racconto “Debugging Milosevic”, presentandolo come inedito, incompiuto e orgogliosamente anti ottomano.
Il 3 novembre, dopo un risveglio traumatico in una località segreta della bassa Prenestina, una rissa sulle scalinate del Palazzo delle Esposizioni e una spesa di 135 euro in albi de Les Humanoïdes Associés ai banchi di Piazza della Repubblica, ha perso il treno per Bologna.
Se Luca Marinelli vi ricorda un messicano perduto in Messico, bravi, avete studiato, siete completamente fuori strada; è piuttosto uno sradicato il cui moto esistenziale è descritto dal movimento del cordino di uno yo-yo, senza direzione, senza progresso, in balia dell’entropia. Luca Marinelli non cerca nulla, la sua vita non ha uno scopo, è nelle mani del caso, è uno schlemihl Insanguinato e seminudo per Verde a cui piacciono molto le mucche di Emmeppi. Continua a leggere

Annunci

Sono passi – tacchi – di danza

“Questa è la biografia inverosimile di Lorenzo Zerbola, nato e vissuto per diciannove anni dalle parti di Biella, e poi un po’ a Bologna e un po’ a Torino. Quasi laureato in lettere moderne a Torino, Sono passi tacchi di danza è il suo primo racconto che viene pubblicato. Ha un blog del tutto in fase di costruzione che si chiamerà Hernybluh e che lo dice già così poi i lettori del futuro lo troveranno, quelli del presente no. Se deve dire quali autori gli piacciono direbbe ultimamente John Irving e Walter Scott – anche se il preferito di sempre resta Boris Vian – e se deve dire cosa gli piacerebbe fare, non lo sa cosa gli piacerebbe fare. Forse scrivere, forse; cantare no.”
L’illustrazione è di Emmeppi. La settimana prossima sarà l’ultima: Sergio Gilles Lacavalla, Luca Marinelli, Raimondo Maniero, poi traslocheremo. Ciao!
Continua a leggere

Insanguinati e seminudi a Bologna #6: Roma N57686

Roma N57686, scritto da Luca Carelli e firmato da Pierluca D’Antuono, ha chiuso Cronaca Verde a Bologna, la serata di racconti inediti a tema che il 3 novembre scorso abbiamo portato alla Confraternita dell’Uva (grazie ragazzi). La settimana prossima il disperso Luca Marinelli, allora assente ingiustificato. L’illustrazione è di Emmeppi, se condividete non ci offendiamo.
Continua a leggere

Tra poco saranno qui

La parte più difficile nel fare Verde non è rispondere alle vostre numerosissime email, leggere, mettere ai voti e selezionare i tantissimi racconti che ci inviate, editarli brutalmente, compiacerci in chat di redazione, scegliere le illustrazioni, aggiornare il blog tre volte a settimana, insultare pubblicamente Luca Marinelli (tutte cose che ci riescono benissimo), ma scrivere queste poche righe redazionali. Chiunque sia a farlo, ci sono delle regole da seguire rigidamente: cordialità prima di tutto (non vogliamo offendere nessuno); un link interno ogni due-tre parole (le statistiche sono importanti); prosa brillante e giochi di parole originali (no pigrizia né sciatteria). Allora, sicuri che tutti i nostri amati lettori Tra poco saranno qui, “tuffiamoci” in questa nuova eccitante settimana di Verde con  Federica Sabelli, che si è diplomata alla Scuola Holden di Torino con una raccolta di racconti, ha fondato Tuffi (qui Facebook), una bella e intelligente rivista di racconti brevi e brevissimi e oggi è per la prima volta con noi. Mercoledì leggeremo l’ultimo episodio di Cronaca Verde a Bologna, (anzi, il penultimo), venerdì un nuovo importante esordio. Ciao, l’illustrazione è di Emmeppi, cordialità e buon lunedì.
Continua a leggere

Tsantsa (la risposta giusta)

Ciao, noi siamo Verde e amiamo Firenze, se non lo sapevate aka se avete perso le puntate precedenti (qui, qui) aka se non siete nostri lettori (sospendiamo il giudizio), restate sereni perché questa settimana vi abbiamo permesso di scoprirlo: lunedì abbiamo letto Lavinia Ferrone, mercoledì Simone Lisi, oggi Matthew Licht con Tsantsa (la risposta giusta). L’illustrazione è di Emmeppi. Buon fine settimana, un abbraccio a tutti gli avvocati che ci leggono.
Continua a leggere

Insanguinati e seminudi a Bologna #5: Sei microatti per un microdramma

Venerdì 3 novembre 2017, La confraternita dell’Uva, Cronaca Verde a Bologna: Simone Lisi c’era con l’inedito Sei microatti per un microdramma (e loro sempre molto amati da queste parti). Mercoledì prossimo ultimo racconto del Commissario, quindi extra bonus ghost track del disperso inedito perduto, intanto da oggi abbiamo un nuovo illustratore (benvenuto Emmeppi e grazie Giulia). E s’approfitta l’occasione anche pe’ rihordavvi che la settimana fiorentina (a proposito: domani tutti in Piazza della Passera, racconti brevissimi e kaiseki di fine autunno, l’invito è qui) proseguirà venerdì con Matthew Licht.
さようなら

Continua a leggere

Emmeppi (Marco Pinna)

Tutti i giorni fa start up. Poi si lava la faccia e va a lavorare. È un mammifero carnivoro della famiglia dei disegnatori. È specie nota anche col nome di Disegnatore non comune o Disegnatore per passione, per evitare di ingenerare confusione con altre specie di disegnatore (come il Disegnatore pappagallo o il Disegnatore professionista). Questo animale rappresenta una delle specie di mustelidi di maggiori dimensioni. L’aspetto è quasi ursino, con corpo robusto e zampe corte e forti con grossi unghioni adatti a scavare. È un animale pacifico, tuttavia, se molestato, esso si rivela un avversario temibile e tenace.
Continua a leggere