Insanguinati e seminudi a Bologna #2: Sono Federico!

VieniConMe

Giulfin, Vieni con me

A Bologna, il 3 novembre scorso, Andrea Frau (questa volta c’era) ha letto l’inedito Sono Federico!, scritto seguendo le rigide istruzioni impartite per la serata di Cronaca Verde alla Confraternita dell’Uva. Andrea, in combutta con Francesco Quaranta e Vinicio Motta, ha fatto molto di più, ma lo scoprirete soltanto quando ci decideremo a pubblicare i video della serata (questa volta ci sono tutti).
L’illustrazione è di Giulfin
Continua a leggere

Annunci

Faccio il morto su un cielo stellato

Verde, lo sapete (qui e qui), è retta in maniera illuminata ma severa dal nostro Caro Commissario, che nella sua longanimità (pur di non leggere i tanti racconti che ci arrivano e che siete pregati di continuare a inviare) ha previsto e autorizzato l’istituto della redazione, di cui fanno parte in ordine sparso Francesco Quaranta, Luca Marinelli, Paolo Gamerro, Domenico Mastrapasqua e Andrea Frau, già scissionista e scomparso, nonostante degli attuali redattori sia stato il primo a unirsi a Verde (maggio 2013).
In questi anni abbiamo letto Andrea quasi sempre il venerdì, con alcune notevoli eccezioni: avete amato Il tradimento resta? e Hai la faccia da Matteo? Adorerete 
Faccio il morto in un cielo stellato (sì, ha detto morto). E sapete cos’altro vi farà impazzire? Federico Bressani. Con noi tutto ottobre (bravino, eh?).
Buon inizio di settimana, restate “generosi, pazienti e tolleranti”, restate commissari.
Continua a leggere

VERDE@NARRANDOM, IL CASO#1: SE UN GIORNO CADI DI FACCIA

NARANDOMb - Cabras

Il logo di Narrandom rivisitato da Marco Cabras

La ormai nota collaborazione tra Verde e Narrandom è entrata nella seconda caldissima fase. Da ieri abbiamo occupato il loro blog, dove dovremmo rimanere una sola settimana (FORSE) con racconti di Andrea Frau (suo Se un giorno cadi di faccia), Francesco Quaranta, Pierluca D’Antuono. Tema: il caso. Il Cabras intanto ha rifatto il logo ai ragazzi: bellissimo, no?
Continua a leggere

BUIO PESTO@TODO MODO#4: L’UOMO COL CILINDRO E IL BAMBINO COL TOUPET

08_FV_3208

Fotografia di Francesco Vignozzi

Il 13 maggio scorso eravamo alla libreria Todo Modo a Firenze, Andrea Frau si riposava in pace altrove, ma grazie all’esecutore testamentario Vinicio Motta (qui il video) abbiamo potuto leggere L’uomo col cilindro e il bambino col toupet, il quarto dei racconti inediti della serata Buio Pesto, che stiamo riproponendo ogni mercoledì qui sul blog.
La fotografia è di Francesco Vignozzi.

Continua a leggere

HAI LA FACCIA DA MATTEO

8

Momusso, Distanze

Qui in redazione il primo a leggere Hai la faccia da Matteo è stato Francesco Quaranta. “Vi piacerà”, ci ha assicurato in un piovoso martedì pomeriggio di febbraio, “è un Andrea Frau in un certo senso inedito”. A richiesta di chiarimenti (bella forza, inedito, e che facciamo ripubblichiamo sempre gli stessi racconti?), così ha risposto: “Oggi Andrea non combatte guerre ideologiche, non condanna personaggi discutibili, non fa ridere né sorridere. Oggi Andrea crea un contatto”. Qualsiasi cosa volesse dire, ci è sembrata convincente e così lo abbiamo letto. E oggi, lunedì, lo proponiamo anche a voi, con una illustrazione di Momusso (Distanze).
Continua a leggere

GATTINI™#20: ELLA GALTELLÌ, È SOLO POP

GATTINI è il contenitore degli orrori indifferenziati di Verde, ogni qualche venerdì qui e su Facebook. Oggi non c’è la consueta copertina di DeadTamag0tchi (calma, torna venerdì prossimo), ma una illustrazione regalo regale del grande Marco Cabras: nessun altro al mondo, così Andrea Frau, avrebbe potuto illustrare Ella Galtellì, è solo pop. Siamo molto molto indolenti questa notte, manca pure il solito gattino e non lo disegneremo. Statevi accorti, è venerdì. Miao.
Continua a leggere

GATTINI™#9: MUNDUS CERERIS

gattinideadtamag0tchi

DeadTamag0tchi after Andy Wahrol, GATTINI

GATTINI è il contenitore degli orrori indifferenziati di Verde. Ogni venerdì, qui e su Facebook.
Circa un anno fa rendemmo noto quel che sapevamo attorno alla sparizione di
Andrea Frau, il primo tormentone del nostro blog ispirato a un fatto tragicamente reale, cioé il severo fuso orario che non consente comunicazioni simultanee tra la redazione e Andrea, che però – va detto – senza smartphone e con una scheda sim a nove cifre, continua a inviarci dall’isola (con posta raccomandata senza ricevuta di ritorno) i suoi racconti: l’ultimo è il glaciale Mundus Cereris (sottotitolo: la scrittura di Andrea sta bene).
La copertina è di
DeadTamag0tchiÈ venerdì, e allora? Miao!
Continua a leggere

L.Y.R.A. – L’UTILITÀ DEI TERRESTRI

P1010883

Sergio Caruso, Senza titolo

Fin qui abbiamo quasi sempre letto i racconti di Andrea Frau in una ormai innominabile rubrica  formerly known as Venerdì Qualcosa. Le cose finalmente hanno preso un’altra piega e l’onda lunghissima del riflusso post 29 luglio ha investito Andrea in maniera preoccupante ma non seria: lo dimostra L.Y.R.A. – L’utilità dei terrestri, un racconto che – dice – “voleva essere un Bradbury-Vonnegut ma con aggiunte demenziali e comiche. Sul lato demenziale come sempre non ho avuto problemi.” Quanto al resto, l‘illustrazione è di Sergio Caruso.
Continua a leggere