SCENICCHIA UNA SEGA#4 PRATICAMENTE UN CARTACEO: Demetrio Paolin

L’altro giorno Pierluca D’Antuono ha pubblicato una foto di SCENICCHIA UNA SEGA #4 PRATICAMENTE UN CARTACEO andata deserta. Non voglio star qui a dire che sono cose che capitano, perché sì capitano, ma vorrei dire alcune cose a Pierluca.
Continua a leggere

SCENICCHIA UNA SEGA #4 PRATICAMENTE UN CARTACEO: Forbice>carta; forbice>sasso (Alessandro Lolli)

Domani sera, giovedì 5 dicembre, terminerà SUS#2, il praticamente concorso letterario voluto, ideato e organizzato da Verde, Nuova Edizione e La Pecora Elettrica (che è ovunque). Nell’edizione cartacea della manifestazione che presenteremo al circolo Arci Sparwasser, in Via del Pigneto 215 a Roma (quassù un assaggio: la copertina dell’odio a bassa risoluzione perché chi impagina Verde è un cuoco), troverete i quattro racconti vincitori (Stefano Sicignano, Clara Cerri, Lavinia Ferrone, Giada Santori), redazionali sinceramente superiori ai racconti stessi (e poco ci vuole) e interventi di prestigiosi giurati tra i quali Alessandro Lolli, che però ha consegnato il suo pezzo troppo tardi, quando ormai il nostro tipografo Sergio stava già spillando le copie. Lolli ci ha pregato di rendere comunque pubbliche le sue parole, e considerato che è “un amico” e che pubblica per uno dei nostri editori beccatevi pure Forbice>carta; forbice>sasso, anteprima ucronica di SCENICCHIA UNA SEGA #4 PRATICAMENTE UN CARTACEO GIOVEDÌ 5 DICEMBRE AL CIRCOLO ARCI SPARWASSER IN VIA DEL PIGNETO 215 ROMA INGRESSO GRATUITO CON TESSERA ARCI DALLE ORE 21 QUA GOOGLE MAPS QUA L’EVENTO FACEBOOK.
È
abbastanza chiaro?
Continua a leggere

Operazione 20/C Post 3 #3: La talentuosa addormentata nel bosco

+++ COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: GIOVEDì 5 DICEMBRE 2019 SERATA CONCLUSIVA DI SUS#2 IL PRATICAMENTE CONCORSO LETTERARIO ORGANIZZATO DA VERDE, NUOVA EDIZIONE E LA PECORA ELETTRICA LE VINCITRICI E I VINCITORI DELLE QUATTRO SERATE DI PRIMAVERA LEGGERANNO I RACCONTI E POI GIURATI DI PRESTIGIO MEMICCHI FRITTI LIVE “DA UN’IDEA DI Effe – Periodico di Altre Narratività” E UN CARTACEO CHE FARA’ IMPALLIDIRE MARTIN HOFER DE L’INQUIETO CHI HA CAPITO HA CAPITO ORE 21 CIRCOLO ARCI SPARWASSER VIA DEL PIGNETO 215 ROMA INGRESSO GRATUITO CON TESSERA ARCI E’ ABBASTANZA CHIARO QUA L’EVENTO FACEBOOK +++
Gianluca Liguori (1982) vive a Roma. Ha pubblicato il romanzo Dio è distratto (NPE, ’06 – Tespi, ’08). Fondatore di Scrittori precari, redattore di FRIGIDAIRE, Il nuovo male e TerraNullius, ha pubblicato racconti con le più importanti riviste cartacee e online.
Con il racconto xenofemminista La talentuosa addormentata nel bosco è per la prima volta su Cadillac Magazine (20C/post3, qua tutto, qui i racconti, copertina di Antonio Ufarte).
Continua a leggere

La vita moltiplicata: Vera (Todomodo Roma, 29/11/2019)

Questa sera alla libreria Todomodo presenteremo La vita moltiplicata (Miraggi Edizioni 2019, l’evento Facebook è qui), nell’ambito dell’operazione SIMONE GHELLI MIGLIOR RACCONTISTA D’ITALIA. Per leggere la raccolta telefonate allo 06 3107 9007 (Libreria Todomodo, Roma), allo 06 8865 9458 (Tomo Libreria Caffè, Roma), allo 081 18752142 (Wojtek Libreria, Pomigliano d’Arco), al 371 109 1099 (La Confraternita dell’Uva, Bologna), allo 055 239 9110 (Libreria Bistrò Todo Modo, Firenze) o a qualsiasi altra libreria indipendente che vi fregiate di salvaguardare nel giorno del Black Friday. Primo racconto da leggere: L’ultima vetrina. Lo sciopero di Nuova Edizione intanto continua, ne parla qua Matteo Scandolin di Inutile. Giovedì 5 dicembre 2019 SCENICCHIA UNA SEGA #4 PRATICAMENTE UN CARTACEO (l’evento è qui). E se vi state domandando perché di giovedì e non di venerdì o sabato la nostra risposta è: non ce ne frega un cazzo, chi non viene è un colluso con i fatti del 25 aprile 2019/6 novembre 2019.
Vera è un estratto pazzesco da La vita moltiplicata. Ci vediamo alle 18:30 in Via Bellegra 46, Centocelle, Roma (mappa). È abbastanza chiaro?

Continua a leggere

Operazione 20C/Post 3 #2: Racconto a pagamento

NUOVA EDIZIONE 道場 RIVENDICA L’OPERAZIONE CADILLAC 20C/POST 3 COME INIZIATIVA COLLATERALE ALL’OPERAZIONE FUOCO AMICO! PALESTRA? UNA SEGA! LANCIATA L’11 OTTOBRE SCORSO QUA. LO SCIOPERO PROSEGUE. SEGUIRANNO COMUNICAZIONI.

Jacopo La Forgia è nato a Roma nel 1990, dove vive. Ha studiato Filosofia estetica e si è laureato con una tesi magistrale su Infinite Jest di David Foster Wallace. È fotografo e scrittore. Come fotografo ha pubblicato reportage sulla discarica di Nuova Delhi, sulla guerra civile in Kashmir e sul Delta del Danubio in Romania.
Come scrittore ha pubblicato reportage e racconti su Nazione Indiana, Cadillac Magazine, CrapulaClub, nell’antologia Odi. Quindici declinazioni di un sentimento (effequ 2015, a cura di Gabriele Merlini) e sulla rivista cartacea Retabloid Fiction Issue #1 curata da Oblique Studio. Il suo primo romanzo, Materia. La fuga degli elementi è uscito nel 2019 per i tipi di effequ.
Il suo Racconto a pagamento è nell’ultimo numero di Cadillac (20C/post3, qua tutto, qui i racconti, copertina di Antonio Ufarte).
Continua a leggere

Operazione 20C/post 3 #1: Il dramma e la chimica

Rupert Salo (1961) vive a Varese. Ha pubblicato il romanzo E nemmeno tra un milione di anni (Stampa Alternativa, 1992) e la raccolta poetica Levico (Anima Mundi Editorial 2018).
Nel 2009 ha partecipato alla prima edizione del concorso letterario 8×8. Suoi racconti sono apparsi su Ammatula, Colla, Narrandom. È sposato, ha quattro cani e quando non scrive fa il consulente finanziario.
Il suo racconto Il dramma e la chimica apre l’ultimo numero di Cadillac (20C/post3, qua tutto, qui i racconti, copertina di Antonio Ufarte).
Continua a leggere

SUS#2 #16: Il Turista

Altalena

Littlepoints…Altalena

“Tanti auguri, grande… No no, tanti auguri, maestro… Mmm no, ah sì! Tanti auguri, dall’allievo al maestro… Anzi no, non me ne frega un cazzo”.

L’altra sera il Commissario stava componendo il messaggio d’auguri per il caro Vanni Santoni quand’ecco che è suonato l’immancabile telefono in bachelite – salvato dallo sgombero del coworking di Pesaro e ora al sicuro sulla sua scrivania nella stanza in Via Gregorovius (nessuno crederà mai che esista una strada con questo nome). All’altro capo, un Luccone su di giri che strillava nel telefono: “Uè, siamo qui io, Magini, Rialti, Pascoletti, pensa te Pascoletti è ancora vivo chi cazzo lo sapeva?, e c’è pure Orso Tosco! Siamo qua a casa Bellucci a festeggiare il nostro caro Vanni! Che però ancora non si vede”.
“Ma lo avete invitato?”, chiede il Commissario con naturalezza.
“Azz… Dici che…?”
“Eh”.
“Ah”.
Com’è come non è, parte nottetempo una ricerca a tappeto per tutta Roma, perché il signor Santoni ha dimenticato il suo 3310 al Liceo Classico Goffredo Mameli – dove ha tenuto una lezione di storia sullo scouting letterario che ha fatto la fine delle mezze stagioni – ed è quindi irrintracciabile. Si teme per lui la stessa fine di Sergio Peter. Com’è come non è, salta fuori che in realtà il maestro Vanni era già alla festa in casa Bellucci e si era solo appisolato in un angolo, mimetizzato sotto l’intera collana Tunué. Com’è come non è, ci rendiamo conto che è ormai tardi per caricare il racconto del lunedì  il quale viene quindi spostato a oggi. Ma, ragazzi, è abbastanza chiaro: dovete “assuefarvi” all’idea che Verde d’ora in poi pubblicherà un po’ quando cazzo le pare.

Giada Santori è l’autrice più giovane mai apparsa su Verde. Il 7 giugno scorso ha vinto l’ultima serata di Scenicchia una Sega #2 alla pazzesca età di 17 anni e 10 mesi. Patronizziamo Giada e ci bulliamo con le parole totem filtro-palestra-scouting? No, ma iniziamo a riflettere seriamente sul ruolo delle riviste. Piccolissimo inciso serio e anticipazione di ciò che presto sarà: dentro Verde non si è mai fatta palestra di scrittura, immagine che rifiutiamo perché le palestre, pensateci un attimo seriamente, sono i luoghi della negazione del confronto e del combattimento,  sacrificati sul desco della cura estetica, esteriore e individuale, praticamente il modello di rivista egemonico che noi rifiutiamo, così come rifiutiamo il concetto di scouting, soprattutto se subordinato al prodotto editoriale medio e mainstream. La verità è che è   stata Giada a scovare Verde, noi le abbiamo dato soltanto un piccolo spazio. A lei adesso allargarlo e renderlo funzionale alla sua prospettiva. Con la pubblicazione de Il Turista si conclude un ciclo di Verde. Se ne aprirà presto, s’è già aperto, un altro.

L’illustrazione è di Littlepoints… che ringraziamo per averci fatto compagnia a settembre.

Continua a leggere

NOVO! PAZZESCO! ROMANO! #9 Brasilesss 3/3: Showdown at the House of Blue Leaves

C’è poco da dire: è tornato Er Felici e lo fa con l’ultima parte della saga del Brasiliano. Qui la prima e la seconda puntata. Lo capite da voi che non si scherza più un cazzo perché ci sono addirittura cinque opericchie di Pink Lodge in un solo racconto. Racconto a cui vi lasciamo immediatamente perché la formattazione ci ha tolto ogni capacità di articolare un editoriale all’altezza. Diremo solo che Stefano è uno dei motivi per cui una rivista come Verde non fa palestra per l’editoria tradizionale, ma cerca di sviluppare un proprio linguaggio per tiraje la gonna a questa editoria tradizionale e dirle “uè, allora?! ce la diamo una vegliata?” 

Brasiless e il NOVO! PAZZESCO! ROMANO! sono tuttalpiù la palestra per i lettori di domani. Eh eh eh. 

Continua a leggere