Settembre 2018: Guacamole Comunicato non ufficiale interno #3

Il tempo passa, cambiano le cose, le abitudini logorano ed è un attimo che quelli di Verde, proprio loro, si dimenticano di aggiornare il blog il primo settembre, da sempre il loro capodanno. Com’è possibile? Beneficio del dubbio alla redazione: non è stata una dimenticanza ma una serie sfortunata di eventi imprevisti Frau è partito Quaranta al lavoro D’Antuono in vacanza da una vita Marinelli che fa quel pezzo di cane di Marinelli? E Felici? Possibile che nessuno ci aveva voglia?
Capodanno allora, il giorno dei buoni propositi. Due anni fa ammettevamo di avere un problema che in qualche modo abbiamo affrontato. L’anno scorso vi supplicavamo: basta stupri (e stranamente ci avete ascoltato). La preghiera di oggi è: non potete chiederci di recensire il vostro romanzo, l’avete capito o no che negli A colpo sicuro di Verde parliamo di libri che non abbiamo letto e che non abbiamo intenzione di leggere ma di insultare fuori dal merito? È abbastanza chiaro? No che non lo è. Vediamo quante altre volte toccherà ripeterlo (cose da pazzi). Qua intanto si vota per la prossima non recensione, rendetevi utili in qualche modo.
Siamo stanchi ragazzi, è stato un anno pazzesco, stretto tra scenicchie, polemichette, memicchi, scazzi ferocissimi con il nostro pubblico sempre più distante, incontrastata ma faticosa egemonia nell’ambiente, tanti cari amici e livelli di scrittura mai così elevati (un solo esempio? Chiaramente Raimondo Maniero, dodici mesi fa qui). Non ci siamo fatti mancare niente, e la sedicente Redazione Ombra Guacamole ne è la dimostrazione: con tutti i problemi che abbiamo, ci mancavano le prediche, le morali e le lezioncine di questi “misteriosi” untorelli diciannovisti su come fare rivista. A noi, quelli di Verde! Manco fossimo Narrandom o Lahar Magazine.
E sapete perché non le siamo? Perché loro non sono così stronzi da dare spazio a enormità come questo Comunicato non ufficiale #3. Ve lo immaginate Giulio Fenelli autorizzare la pubblicazione di una tale congerie di menzogne? Noi no, acciderbolinarcazzo. E in ogni caso sì, Luca Carelli è Luca Carelli ed è tra i fondatori di Verde (memento mori), sì, la DanteVirgili’s clarks gang è una cosa serissima e non si discute e sì, avete ragione, serve una donna in redazione. Invitiamo le nostre lettrici a candidarsi qui (verderivista@gmail.com) e non A colpo sicuro.
Per fortuna c’è E.P VI VI VI, nostra Signora del Male (sempre sia lodata), unica consolazione di questa lit-vita amara. Con lei sempre A colpo Sicuro. Anche domani A colpo sicuro. Ricordate di fare gli auguri a Jacopo Marocco: oggi è il suo compleanno, rileggete almeno uno dei suoi racconti e andrete A colpo sicuro. Idem con il nuovo numero dell’Irrequieto.
Con immutato affetto e imperitura stima, SCRATCHY SCRATCHY YO BRO!

COMUNICATO NON UFFICIALE INTERNO
(comunicato frammentario composto in diversi momenti dalla redazione)

Noi si stava in vacanza. Gregorio piange da ieri sera. Vi assicuro che al telefono non è una bella cosa da sentire.

Che cazzo ci state combinando cocchini di papà e mamme? Noi si sta qua a preparare il terreno per la rivista del futuro – veramente si stava in vacanza madonna lavazza – per salvare il culetto a voi e voi invece vi mangiate i fegato dietro a quattro stronzate?

Fortuna che Alfredo ha segnalato questa cosa delle recensioni che state facendo perché a noi era passata proprio sotto radar. Bella idea eh. Però boh, forse gestita male, pubblicizzata male. Forse era il caso di contattare prima gli autori recensiti e chiedere un paio di battute a loro per dare una parvenza di partecipazione.
Mettiamoci pure il Commissario che non si trova più (ancora) e questa cosa della crew del rap, tutta una narrazione parallela abbastanza difficile da seguire. Qui siamo divisi al riguardo, alcuni pensano che sia spassosissima, altri dicono che dopo la prima o la seconda fotina era meglio basta.

Tra l’altro con le foto degli amici in otto bit: fuochino ragazzi.

E poi, ieri notte, salta fuori un coglione che non si sa chi sia, Carrelli, Carello boh, che insulta a caso e dice di essere uno dei fondatori di Verde. Un ridicolo che avanzava pretese in chat.
La vera Verde è la formazione 2017/2018, che comunque è solo un pallido ricordo dei tempi d’oro del 2016/2017. Si parla di formazione attiva, gente che ha scritto sulla rivista. Noi questo genio di Carello non ce lo vediamo nemmeno a editare racconti, vista la sensibilità dimostrata.

All’inizio, ad aprile, pensavamo che il Commissario facesse fuori quelli più talentuosi all’interno della redazione. Così ci pareva confrontando la formazione attuale con quella di tre anni fa. Non ci ha molto stupito vedere che mo’ si tenta di far fuori Marinelli a colpi di mobbing (o un bullismo non molto decifrabile).
Se Carelli è davvero D’Antuono, tutto torna. Se non lo è, rivedremo la teoria e spareremo alla fonte (si fa per dire siamo tutti buoni).

Luca, la madonna bionica, lo sappiamo che l’adolescenza è difficile e c’hai i tuoi cazzi e tutto. Ma Verde è per la vita e Guacamole è qui per garantirlo. Pensaci: hai visto qualcuno di quelli usciti da Verde fare successo? No. Chissà perché.

Unica nota positiva di tutto: notiamo molto più Stefano Felici nelle cose della pagina. Benissimo. Continuare, che lui è un pacioccone, ci piace.

Veniamo al cosiddetto calo dei fan. Vi dico una cosa che forse non avete mai notato: abbiamo fermato la pagina di Scrittori Precari nel 2016 e ancora oggi siamo a circa 3400 fan. Come Verde più o meno. Scrittori Precari non superò mai i 3500 fan nonostante non facesse mai di queste cose che spaventano la base di fan. Voi avete molto più potenziale. Siete pure belli e simpatici. Mica Crapula.

C’è un gruppo di gente che non vi seguirà mai perché non fate gli intellettuali e c’è un gruppo di gente che vi segue solo perché vi segue a sua volta qualcun altro: questi al primo post mezzo politico o difficile da capire se ne vanno.

La verità è che serve una donna in redazione. Una donna abbastanza cazzona da stare nello spirito di Verde, dando allo stesso tempo quel tocco di eleganza in più che voi cinque frociazzi non riuscite a dare (posso dirlo perché uno di noi è gay).

Detto questo. Siamo disposti a intavolare dialogo (meglio non con Carelli se possibile) per fare in modo che la redazione non perda altri pezzi e che Luca resti nei secoli dei secoli (non abbiamo nessuno in Guida 42 quindi non sappiamo dire se là sorrida come non fa più in Verde). Settembre è alle porte e qua bisogna fare rivista, cuori di zia. Cacate racconti belli per favore.

Vi mando una cartolina da Olbia (NDR non ancora ricevuta).

Redazione Ombra Gucamole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...