IL TRAFFICO DELLE NOVE

amorancora

Momusso, amorancora

Ciao, è mercoledì mattina e voi forse non sapete che tra i tag di questo blog ce n’è uno dedicato ai Mercoledì Lisi, lo spazio dei racconti e delle poesie di Simone Lisi. È da un po’ che non leggiamo Simone, abbiamo pensato ieri sera, e i nostri archivi intelligenti hanno immediatamente restituito Il traffico delle nove. Viva Simone, viva i nostri archivi intelligenti, viva Verde e viva momusso, che oggi ci saluta (grazie Martina!) e stasera è a Milano in Santeria: siateci.

Il traffico delle nove
ha un suo colore specifico
sono i pantaloni rossi
di certi uomini vanitosi.
Quelli che dovevano entrare
sono già tutti in ufficio.
Poi ci siamo noi
che entreremo tardi
o forse oggi non andiamo.
Un signore con il gesso alla gamba, che si affretta.
I liberi professionisti in bicicletta
verso gli studi condivisi
a progettar dei bar
fatti solo di pancali.
Le madri hanno lasciato agli asili i loro figli
e fanno capannelli.
La tossica degli anni ottanta si guarda stupita
di essere ancora viva
nel riflesso delle auto parcheggiate.
(ho pensato che se fossi uscito di casa
prima di quell’ora,
sarei stato salvo)
Il pulmino vuoto
i magrebini al sole,
Martina da Agliana
ha già lasciato alla privata
i bambini che accompagna ogni mattina.
Studia biologia, e il mio part-time
e il mio star qui, in biblioteca,
lei non li capisce.
Hai ragione Martina,
le direi, se solo ci parlassi.

Simone Lisi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...